Un altro Barolo

Giovanni Canonica Barolo Paiagallo 2007

 

Nella categoria vignaioli per passione rientra a pieno titolo Gianni Canonica titolare dell’agriturismo al centro di Barolo dal nome ‘il Quarto Stato‘, che oltre ad una semplice e discreta ospitalità ha la fortuna di conservare una cantina dell’ottocento con tre grosse botti di Slavonia nel quale affina il suo Nebbiolo da Barolo da poco più di un ettaro di vigna (la Barbera la può provare solo chi lo va in loco).

La bottiglia è arrivata a Napoli grazie alla sagacia e perseveranza di Luca Miraglia che, grazie alle sue capacità oratorie e alla passione che riesce a far trasparire, anche senza conoscerlo de visu, è riuscito a farsi spedire qualche cartone del suo ‘altro Barolo’ da garage.

Nel bicchiere si esprime rubino di media concentrazione privo di velature e con un unghia marcatamente granata, il naso è stranamente cremoso, di yougurt, ciliegia sotto spririto, maraschino, edera, parietana, minerale di silicio e grafite.

In bocca si esprime largo, ricco, ma anche tagliente come una lama per quei suoi tannini spigolosi, asciuganti e una sapidità pronunciata, è un sorso leggero dove i 15° sono invisibili e impercettibili, è ripulente e richiama ancora un altro sorso, è fresco e godibile da bere senza nessuna riverenza, più si alza la temperatura  e più emergono tutte le sue note maschie.

E’ maledettamente giovane al naso quanto alla bocca, va bevuto adesso per spazzare via qualsiasi cibo grasso o piatto ricco ma non complesso e pesante, va aspettato per apprezzarlo in perfetta fusione tra tutte le sue componenti e bere un succo di Nebbiolo da Barolo semplicemente-complesso quanto spiazzante!

 

Cla.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.