Altro che birra da Inglesi

MaltoVivo Noscia

 

Ipa (Indian Pale Ale) è una tipologia di birra ad alta fermentazione che fu creata dagli inglesi durante la permanenza dell’esercito del Regno Unito nelle colonie in India, è una birra che dovendo sopportare un lungo viaggio per mare  e per questo veniva rafforzata di alcol e di luppolo per non irrancidire (mi viene in mente Woodhouse con i Marsala siciliani!), il prodotto che se nè ottiene ha, nelle versione più puriste-integraliste una spiccata speziatura (luppolatura) e un tenore alcolico importante spesso non in perfetto equilibrio col resto.

Luigi Serpe del Birrificio Maltovivo di Capriglia Irpina (AV) interpreta, per me, la tipologia in chiave moderna offrendo una artigianale molto interessante e godibile che mi ha soddisfatto un bel pò, anche e soprattutto, per la duttilità a tavola.

Dico in chiave moderna perchè ha ammansuito la tipologia rendendola di più facile approccio, prevedendo una alcolicità misurata e garantendo grazie a malti non particolarmente tostati una speziatura ben riconoscibile ma non invadente e monotematica oltre ovviamente a luppoli amaricanti ma non sgraziatamente aggresivi.

Il colore è arancia candita con una schiuma color nocciola non particolarmente ricca nè persistente nonostante una numerosità ben visibile delle bollicine, gli odori raccolti dal naso sono molto ampi: in primis le note vegetali-erbacee dei luppoli, poi la speziatura di cardamomo, chiodi di garofano e erba cipollina infine il dolce-amaro espresso da nuances di miele di castagno.

L’entrata al palato è di buona grassezza ma subito con un pungente richiamo all’amaro dei luppoli, per nulla cattivi o totalizzanti ma molto godibili e ripulenti e peraltro di lunga persistenza, chiude in maniera decisa su un piacevole gusto di arancia amara, pompelmo e acidula albicocca essiccata.

Io l’ho provata in abbinamento a delle fette di locena di maiale, ricche di venature grasse accompagnate da papaccelle saltate in padella, ma non avrebbe sfigurato con della salsiccia napoletana tagliata a punta di coltello (grana grossa della carne e del grasso) perchè in entrambi i casi la morbida grassezza del morso ha bisogno di un compagno al tavola in grado di riassestare il cavo orale per partire con un carnivoro assaggio! 

 

Bollicine scalpitanti

 

Cla.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.